Specie comuni di formiche

Alcune specie di formiche vivono in colonie governate da un'unica regina, mentre in altre colonie ve ne sono diverse. Sebbene siano 15.000 le specie di formiche conosciute quelle generalmente considerate dannose sono relativamente poche. Fra queste figurano:

Formica argentina

(Linepithema humile)

$imgalt

Aspetto

  • Lunghezza delle operaie: circa 1,6 mm.
  • Colore: da marrone chiaro a marrone scuro.
  • Non sciama.
  • Morde, ma non punge.

Ciclo vitale

  • Le formiche operaie nascono in primavera e aumentano di numero fino all'autunno.
  • Gli individui alati (maschi e regine in grado di riprodursi) nascono all'inizio della primavera, prima delle formiche operaie, raggiungono la maturità entro tre mesi e si accoppiano poco dopo.
  • L'accoppiamento delle formiche argentine avviene nel loro nido, pertanto questa specie non sciama.

Abitudini

  • Le formiche operaie seguono i tracciati che conducono al cibo anche da distanze molto elevate, pertanto non è sempre facile individuare il formicaio.
  • Preferiscono le sostanze zuccherine, ma si nutrono anche di insetti vivi e morti, di carne, cereali e frutti.
  • Le formiche argentine scacciano in genere le formiche presenti nell'area in cui si insediano.

Formica di fuoco

(Solenopsis spp)

$imgalt

Aspetto

  • Lunghezza delle regine: 1,6 cm
  • Lunghezza delle operaie: da 3 a 6 mm.
  • Colore marrone ramato sulla testa e sul corpo, addome più scuro.
  • La specie Solenopsis presenta caratteristiche antenne claviformi a due segmenti, più evidenti nelle femmine destinate alla riproduzione.

Ciclo vitale

  • Dopo avere sciamato dal nido e dopo l'accoppiamento, la regina va alla ricerca di un luogo adatto per deporre le uova. Qui, nella tarda primavera, la regina depone fino a 125 uova.
  • Dalle uova emergono larve dopo 8-10 giorni e lo stadio di pupa dura da 9 a 16 giorni.
  • Le larve si nutrono di secrezioni emesse dalle ghiandole salivari e della regina e di muscoli alari decomposti, fino a quando cominciano a formarsi le prime formiche operaie. Dopo che questo primo gruppo di larve si è trasformato in formiche operaie, il ruolo della regina ritorna a essere quello di deporre le uova: fino a 1.500 al giorno. Le formiche operaie continuano a prendersi cura delle larve, a costruire il nido e ad accrescere le provviste di cibo.
  • I maschi fertili vengono dati alla luce più avanti nella stagione.

Abitudini

  • La dieta delle operaie è composta di animali morti, tra i quali altri insetti, vermi e vertebrati. Le operaie raccolgono inoltre melata e cibi contenenti sostanze zuccherine, proteine e grassi.
  • Sciamatura: l'accoppiamento avviene fra le regine e i maschi fertili, durante una sciamatura che si verifica tra metà e tarda estate. I maschi muoiono dopo l'accoppiamento.
  • L'ubicazione scelta per il nido può essere un cumulo di terreno alto fino a 40 cm oppure accanto a elementi già esistenti quali tronchi d'albero lasciati sul terreno.
  • Se vengono disturbate, le formiche reagiscono con aggressività e possono infliggere una dolorosa puntura che, dopo circa 48 ore, dà origine a una vescica.
  • Queste formiche rappresentano un grave infestante per l'agricoltura e per le aree urbane, in quanto possono distruggere interi raccolti e invadere esterni e interni nelle aree residenziali.

Formica nera dei giardini

(Lasius niger)

$imgalt

Aspetto

  • Lunghezza delle operaie: 4-5 mm.
  • Lunghezza delle regine: 15 mm.
  • Colore: marrone scuro-nero.
  • 1 piccolo segmento tra torace e addome (peduncolo).
  • Non hanno pungiglione.

Ciclo vitale

  • Le regine svernano nel terreno. Le uova vengono deposte in tarda primavera.
  • La schiusa delle larve avviene 3-4 settimane più tardi.
  • Le larve si nutrono di secrezioni emesse dalle ghiandole salivari e della regina fino a quando cominciano a formarsi le prime formiche operaie.
  • Le operaie continuano a prendersi cura delle larve, a costruire il nido e ad accrescere le provviste di cibo.
  • I maschi fertili vengono dati alla luce più avanti nella stagione.

Abitudini

  • Le operaie procurano il cibo seguendo tracciati ben definiti che conducono alle fonti alimentari. Prediligono le sostanze zuccherine, ma si nutrono anche di cibi ad alto contenuto proteico.
  • Sciamatura: l'accoppiamento avviene fra le regine e i maschi fertili, durante una sciamatura che si verifica tra metà e tarda estate. I maschi muoiono dopo l'accoppiamento.
  • Ubicazioni del nido: spesso all'aperto, sotto terra e sotto la pavimentazione esterna agli edifici, sul lato soleggiato.
  • Il nido è individuabile osservando la terra ridotta in polvere fine presente attorno ai fori di uscita.

Formica fantasma

(Tapinoma melanocephalum)

$imgalt

Aspetto

  • Pallido/con zampe e addome traslucidi.
  • Lunghezza: 1,6 mm.

Ciclo vitale

  • Colonie in continuo rinnovamento.

Abitudini

  • Alimentazione – negli interni: sostanze zuccherine e grassi; all'aperto: insetti che producono melata.
  • Nidificazione – negli interni: spazi ristretti e cavità nelle pareti; all'aperto: nei vasi da fiori, sotto oggetti lasciati sul terreno, sotto porzioni di corteccia separata dal tronco.
  • Ubicazioni: sono attratte dalle aree a elevato livello di umidità e possono insediarsi nei pensili della cucina e del bagno.
  • Le colonie possono svilupparsi su più siti di nidificazione.

Formica odorosa

(Tapinoma sessile)

$imgalt

Aspetto

  • Colore: marrone o nero.
  • Lunghezza: da 15 a 30 mm.
  • Le antenne hanno 12 segmenti e non hanno estremità claviformi.
  • 6 zampe.

Ciclo vitale

  • Il tempo necessario per il raggiungimento dello stadio di adulto è di 34-38 giorni.
  • Vivono in genere per diversi anni.

Abitudini

  • Alimentazione: si nutrono della maggior parte dei cibi domestici, in particolare quelli contenenti zucchero (dolci e frutta quale ad esempio il melone), e di cibi per animali domestici.
  • Ubicazioni: sono attratte dall'umidità. Nei climi caldi e secchi queste colonie possono insediarsi su piante domestiche e addirittura sotto i sedili dei wc.
  • Odore: se vengono schiacciate, emettono un odore simile a quello del cocco.
  • Le colonie possono contenere da 100 a 10.000 individui.

Formica delle zolle

(Tetramorium caespitum)

$imgalt

Aspetto

  • Colore: marrone scuro o nerastro.
  • Lunghezza: 3mm.
  • 6 zampe.
  • 2 spine dorsali.
  • 2 nodi sul peduncolo.
  • Scanalature su testa e torace.
  • Torace irregolare con 1 coppia di spine.
  • Antenne composte da 12 segmenti, con terminazione claviforme a 3 segmenti.
  • Le formiche alate di questa specie sono spesso scambiate per termiti.

Ciclo vitale

  • Visibili in primavera e in estate.
  • Negli ambienti riscaldati possono comparire in qualsiasi momento dell'anno.

Abitudini

  • Alimentazione: si nutrono della maggior parte dei cibi presenti nelle abitazioni domestiche e degli alimenti per animali.
  • Visibilità: quando entrano nelle abitazioni alla ricerca di cibo, soprattutto di notte. Possono spostarsi all'interno di tubazioni e lungo i fili elettrici.
  • Nidificazione: nei prati o sotto pietre, legname o pavimenti in legno. Accumuli di terreno ridotto in polvere fine lungo percorsi pavimentati e marciapiedi, battiscopa e vicino alle fondamenta.
  • Creano spesso colonie in prossimità di specchi d'acqua.

La formica faraone

(Monomorium pharaonis)

$imgalt

Aspetto

  • Lunghezza delle operaie: 1,5 - 2 mm, colore giallo-marrone, addome marrone.
  • I maschi sono lunghi 3 mm, neri e alati.
  • Lunghezza delle regine: 3,5 - 6 mm, di colore rosso scuro, alate.
  • Occhi neri, 2 piccoli segmenti al peduncolo.

Ciclo vitale

  • Colonie poliginiche.
  • La sciamatura può avvenire in qualsiasi momento dell'anno.
  • Gli adulti alati volano di rado, quindi è difficile vederli. Le ali cadono poco dopo l'accoppiamento.

Abitudini

  • La formica faraone crea tracciati ben definiti, spesso lungo i tubi dell'impianto di riscaldamento. Negli interni si nutre di cibi ad alto contenuto proteico: carne, grassi, insetti morti, ecc.
  • Sciamatura: le nuove colonie spesso si formano da colonie esistenti che vengono disturbate, ad esempio a seguito di trattamenti con insetticidi spray.
  • Ogni regina produce fino a 3.500 uova nel corso della sua vita.
  • Nidificazione: in profondità, nelle cavità di edifici riscaldati. Spesso si trovano negli ospedali. Prosperano in condizioni di elevata umidità. La dimensione delle colonie può variare da alcune decine fino a 300.000 individui.